fbpx
by COMEFO
Dire, fare, essere, genitore in carcere è un laboratorio cofinanziato dal Rotary Club Bologna Nord.

Conduzione di un gruppo di madri detenute centrato sull’essere e fare il genitore “distanza”, come occasione per tenere insieme una storia personale complessa e spesso frammentata e per favorire la costruzione dell’identità genitoriale partendo dal punto di vista del genitore stesso.
L’intervento si fonda su difficoltà di comunicazione e relazione e mira a valorizzare le risorse comunicative e (in questo senso) relazionali, messe in ombra, ma potenzialmente sempre presenti in ogni madre.
Attraverso la facilitazione del confronto di gruppo e la valorizzazione degli aspetti comunicativi, l’intervento è orientato a innescare e promuovere fra le partecipanti una riflessione co-costruita sui temi legati alla comunicazione e alla relazione coi propri figli.